Tante sono le cose che di questo paese mi hanno stancato, così tante che potrei dimenticare come a volte sia un piacere essere italiana. Così tante che alla fine mi sono stufata di tenerle per me, perchè so che c'è tanta altra gente che si è stufata, quindi perchè non parlarne?
Se volete commentate, sappiate che non rispondo a tutti i commenti, che non accetto commenti osceni che verranno cancellati, ma che sono disponibile ad un confronto, se ne ho tempo.
Se siete qui leggete, se non vi piace quello che scrivo andatevene, nessuno vi obbliga a rimanere e fino a che c'è libertà di parola ho intenzione di dire la mia.

martedì 5 novembre 2013

LEGALITA'

Sono stufa di sentire che il nostro paese è pieno di Bravi ragazzi.
Sono tutti così: sempre stati tranquilli, senpre incontrati nel quartiere e sempre gentili, senza grilli per la testa, insomma sempre stati dei bravi ragazzi.
eppure queste persone di solito rispondono alle interviste che vengono fatte dopo che questi "bravi ragazzi" hanno stuprato una ragazza, sono stati arrestati per spaccio, o per aver spinto alla prostituzione delle loro compagne di scuola. sono sempre dei bravi ragazzi dopo.
ma è possibile che nessuno venga fuori e dica, che quello si vantava in giro delle sue bravate magari mostrando le foto ed i video sul telefonino, che se ne andava in giro con un sacco di soldi in tasca che non si capisce da dove venivano perchè la famiglia non era poi così ricca, o che si aggiravano tra le compagne come squali alla ricerca di una preda?
è assolutamente vero che non vanno in giro con un carello attaccato al collo con su scritto SONO UN VIOLENTATORE, SONO UNO SPACCIATORE, ma sembra così impossibile che nessuno si accorga di questi comportamenti che sono sicuramente al di fuori della normalità. non è normale ad esempio che un ragazzo se ne vada in giro impaccato di soldi, e si vedono subito per strada questi ragazzi che si conportano come dei papponi, alla Puf Daddy, pronti a vantarsi di soldi o di bravate alla prima sollecitazione.
quello che mi deprime veramente, è che nessuno, vedendo questi comportamenti si rivolgerebbe alla legge per segnalare una possibile violazione della legge, però poi mi domando: ma la legge potrebbe fare qualcosa in questi casi? potrebbe indagare o interrogare qualcuno dietro una segnalazione del genere?
ebbe la risposta è no. a meno che non si venga colti in flagranza di reato o non ci siano prove sulla scena del reato che ti colleghino al reato stesso, la polizia ed i carabinieri non possono procedere ad indagini su nessuno solo su indicazione. quindi i bravi ragazzi possono anche fare meno i bravi tanto nessuno indagherà su di loro.
eppure continuo a pensare che tanto bravi non potevano essere prima se poi sono giunti a compiere simili gesti.
allora è la gente che non vuole vedere? la gente che si illude che i giovani della propria comunità siano bravi giovani, con sani principi e con il rispetto della legge e del prossimo? e che in funzione di quell'illusione, quando poi scoprono che tanto rispettosi non sono si scioccano e non individuano nel passato nessuno dei segnali anche chiari che venivano lanciati e regolarmente ignorati o mitigati da un occhio benevolo, desideroso di vedere solo il meglio?
l'ultimo caso è quello di quel gruppo di giovani che gestiva il giro di squillo minorenni, la maggior parte consenzienti da quel che stà venendo fuori.
erano tutti bravi ragazzi, sia i papponi che le squillo, studiosi il giusto, ma sono giovani, che vuoi fare, che si vantavano delle loro bravate, degli incassi che facevano con il sudore delle cosce delle loro colleghe, ma si tratta di bravate via, in fondo magari non si rendevano nemmeno conto di quello che stavano facendo...
si sentono delle tali assurdità che dovrebbero in qualche nodo giustificare le azioni di giovani molto più coscenti invece degli adulti della gravità delle loro azioni, e pronti a rischiare per l'unica cosa che oramai interessa: il denaro, facile, veloce e tanto.
e del futuro chi se ne fotte.